Non dire gatto se non l’hai nel sacco

  • Topi, ma sarà vero che domani arriva Poppea?
  • E chi sarebbe questa?
  • L’antagonista di Lucifero.
  • E Lucifero chi è?
  • Il papà di Cerbero.
  • Quello che ci ha messi nel XIV Canto?
  • Esatto. Terzo girone a destra, settimo cerchio al centro. Dove volevi che mettessero i bipedi di oggi?
  • Ma i quadrupedi che c’entrano?
  • Si sa che i cani seguono i loro bipedi anche tra le fiamme dell’inferno!
  • Beh, potendo scegliere…
  • Vuoi forse dire che mi abbandoneresti onde la rena s’accendea, com’esca / sotto focile, a doppiar lo dolore?
  • Beh, magari solo per una gitarella al fresco in purgatorio.
  • Fedifraga!
  • Scherzo! Lo sai che ti seguirei anche al Conad a mezzogiorno.
  • Hai ragione, non può essere tanto peggio l’inferno.
  • Appunto. Ma che viene a fare ‘sta Poppea?
  • A mandare via Lucy a calci in culo.
  • Wow! Sia lodato Sant’Antonio!
  • Non dire gatto finché non l’hai nel sacco.
  • Cazzo, ma non era in cucina?
  • Ha ha, sì, era un modo di dire.
  • Ecco, la solita roba non commestibile.
  • Già.
  • E che significa?
  • Significa che il diavolo fa le pentole ma non i coperchi.
  • Azz, me ne sono accorta.
  • E come?
  • Ci ha messo a bollore senza fine.
  • Ha ha, vero! Secondo giron dal terzo. Ma era un modo di dire.
  • Ah, sì? Un altro? E che significa?
  • Che se fai le cuffie nascono i bambini senza testa!
  • Cazzo, ma’, non ci provare.
  • A fare le cuffie?
  • No, quelle tienile pure, così non senti i bipedi che rompono. Dicevo i bambini.
  • Ha ha, niente paura, Topi! Era un altro modo di dire.
  • Ah, sì, e che significa?
  • La gatta frettolosa fa i gattini ciechi.
  • Ma mamma, tutti i gattini appena nati sono ciechi!
  • Minchia, Topi. Intendevo che è meglio non esultare troppo presto.
  • E perché? Esultare è così canino.
  • Perché le cose potrebbero non avverarsi.
  • Quali cose?
  • L’arrivo di Poppea.
  • E perché?
  • Perché l’ho letto su internet.
  • Minchia, ma’, allora siamo spacciati
  • E perché?
  • Se l’hai letto in rete è una balla di sicuro.
  • Sanza riposo mai era la tresca.